Ritiro Comunitario a Cella di Noceto

Print Friendly, PDF & Email

Domenica 24 settembre noi della Comunità Hosanna di Modena, appartenente alla grande famiglia del Rinnovamento nello Spirito, abbiamo trascorso una giornata di fraternità nel convento francescano situato tra le suggestive campagne di Cella di Noceto, in provincia di Parma.
Giunti a destinazione, caldi raggi solari hanno squarciato le nubi minacciose che si addensavano in cielo ed hanno illuminato l’intera giornata.

Tre sono stati i momenti salienti che hanno riempito il cuore di ciascuno di noi: innanzitutto la Santa Messa, nella quale abbiamo incontrato il Signore nell’ascolto della sua Parola e lo abbiamo assaporato nutrendoci del Suo Corpo e del Suo Sangue.
Dall’omelia è emersa l’importanza di lavorare con gioia nella Sua vigna e di non essere invidiosi dei “nuovi arrivati”, che riceveranno la stessa ricompensa di coloro che già sono presenti, quanto piuttosto di essere felici per coloro che accettano di lavorare per l’Autore della Vita.

Il secondo momento importante è stata la convivialità insieme ai frati e alle suore durante il pranzo. La presenza di ciascuno di loro ad ogni tavolo ed il susseguirsi di canti di lode e di ringraziamento a Dio tra una pietanza ed un’altra hanno contribuito a rendere più bello il clima di festa.

Terzo momento importante è stata la condivisione dei nostri stati d’animo nella Preghiera Comunitaria  Carismatica in chiesa, seguita dall’ascolto del bellissimo insegnamento degli sposi Alessia e Christian.

In particolare, la riflessione si è concentrata sull’episodio di Gesù che sveglia la figlia di Giairo dal suo sonno di morte, alla presenza di soli tre discepoli, quelli che erano pronti per vivere questa particolare e forte esperienza assieme al loro Maestro, mentre una folla prima sprezzante nei confronti di Gesù diventerà attonita a seguito del miracolo.
Gli sposi hanno concluso leggendo un passo della Bibbia in cui San Paolo, esortando tutti a svegliarci, ci indica il modo per rivestirci di luce: abbandonando quelle passioni negative che Satana inculca subdolamente nei nostri cuori per dividerci dal Signore, in quanto invidioso di Dio che ci ama e che, grazie al Sì della Vergine Maria, ha redento tutti noi con la morte in croce e la risurrezione del Suo Figlio, con il quale ha soffiato lo Spirito Santo Consolatore che non ci lascia mai soli.

Per questo motivo, Christian ed Alessia, al termine del loro insegnamento, hanno chiesto a ciascuno di noi di scrivere su un pezzo di carta il nostro peccato più ricorrente e di bruciarlo in un braciere posto ai piedi dell’altare.

Insieme agli sposi, con profonda emozione abbiamo compiuto questo gesto.
Siamo certi che il Signore abbia gradito e non mancherà di mostrare la sua infinita misericordia nel momento in cui quelle fragilità, bruciate sotto il suo sguardo benigno, dovessero irrompere nuovamente nella nostra vita, dal momento che apprezzerà lo sforzo con cui cercheremo di rimanere uniti a Lui, Alfa e Omega della nostra esistenza.

Fabrizio Colosimo

 

Per riascoltare o scaricare l’insegnamento clicca sotto:

 

Autore dell'articolo: Comunità Hosanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *