Incontro di preghiera Comunitaria – Giovedì 2 novembre 2017

Print Friendly, PDF & Email

Questa settima per tutto l’incontro il Signore ci ha parlato di amore.

Il Signore ci invita al perdono reciproco ed a noi stessi. Per mezzo di Lui i nostri peccati sono perdonati.

«Vi sia dunque noto, fratelli, che per mezzo di lui vi è annunciato il perdono dei peccati; e, per mezzo di lui, chiunque crede è giustificato di tutte le cose, delle quali voi non avete potuto essere giustificati mediante la legge di Mosè. Guardate dunque che non vi accada ciò che è detto nei profeti: “Guardate, o disprezzatori, stupite e nascondetevi, perché io compio un’opera ai giorni vostri, un’opera che voi non credereste, se qualcuno ve la raccontasse“». (Atti 13, 38 – 41). Invochiamo lo Spirito Santo con un canto perché ci rinnovi e ci usi.

La preghiera diventa un forte giubilo. Il Signore ascolta la nostra preghiera e ci abbandoniamo a lui con canti in lingue e con la mano sul cuore. L’amore di Dio è palpabile, forte nei nostri cuori.

Il Signore ci risponde dicendoci “Io ti amo”. Con questa parola sperimentiamo il suo amore, personalmente, ognuno di noi. Ed ancora il Signore ci parla dicendoci attraverso una sorella: “Tu sei la creatura perfetta, unica e totale”. Ancora una volta ci abbandoniamo a Lui attraverso il canto “Con il tuo amor”.

L’assemblea è in estasi e la sua presenza è forte in mezzo a noi. Il Signore conferma ancora una volta con la parola: «Desisti dall’ira e deponi lo sdegno, non irritarti: faresti del male, poiché i malvagi saranno sterminati, ma chi spera nel Signore possederà la terra. Ancora un poco e l’empio scompare, cerchi il suo posto e più non lo trovi». (Salmo 36, 8-10).

I canti in lingue scorgano spontanei come un fiume in piena.

Al termine, ringraziamo il Signore per le meraviglie che ha fatto e per la grazia che ha messo nei nostri cuori.

Nives

 

Autore dell'articolo: Comunità Hosanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *